giovedì 8 giugno 2017

CARMEN


Le composizioni sono nate nel 1994, o meglio abbiamo preso consapevolezza di fare le composizioni, 
con oggetti trovati o comprati o costruiti.
Dai dettagli come chiodi e sassi, animaletti a cose grandi come tavolini, credenze, automobili…..
come la lunga fila di animaletti sull’isola Boschina nel 1987.

C’è differenza tra la composizione e l’installazione, ma non so bene cosa sia, è come un atteggiamento interno.





Carmen è una composizione non un’installazione,
mostrata nel 2000 nella mostra “quadrupedi” allo studio Ercolani a Bologna.





Non so quando è stata composta.

In quel periodo ci aiutavamo con la pranoterapia per dei problemi che erano sorti tra di noi,
Carmen era la seconda, dopo Orango Riso, pranoterapeuta che ci curava.
Questa bambola altoatesina di stoffa le assomiglia molto,  il paziente agnello pelliccia ce lo ha regalato l’amico Giovanni Porfido nel 1992 credo.

L’abbiamo donata al museo Fico di Torino , con i tanti lavori che hanno ricevuto hanno organizzo un’asta e con il ricavato  finanzieranno una scuola in africa.
L’asta è andata molto bene e anche Carmen è stata venduta.

Le abbiamo costruito una cassa su misura.







Sono molto contenta che questi lavori che abbiamo salvato da una fabbrica all’altra trovino una casa.






Il trasportatore ci ha aiutati ad imballarla perché non voleva si rovinasse, che gentile.



Carmen, 2000.
Composizione-Ritratto di Cuoghi Corsello.
Pupazzo altoatesino e pelliccia di agnello.
Ingombro: altezza 44 cm. larghezza 105 cm. profondità 50 cm.

lunedì 3 aprile 2017

"And Now for Something Completely Different "


foto Giancarlo Norese

Abbiamo inaugurato una mostra collettiva :
"And Now for Something Completely Different "

nella galleria Entrepôt a Montecarlo
progetto e  cura di Gino Gianuizzi.

Non siamo andati con il bel furgone da Gino affittato, 



perché non stavamo ancora bene di salute,
tutti gli sforzi li ho messi a finire Lulù, il ritratto della cagnolina che l'Orto Botanico di Palermo ha adottato, è stato Fulvio a suggerirmi di dipingerla, ha detto che dopo aver esposto Collo, il gatto, a Palermo, sarebbe bello che ora dipingessimo Lulù, detto e fatto, sacrificando la moquette preferita usata come sfondo per fotografare Kira Valerio e SufMagoFata.

Gino ha chiesto di mandare anche dei quadretti ad olio, Nonno Degrado era pronto, 



altri tre li abbiamo portati ad incorniciare,




 ma il signor corniciaio non faceva in tempo, li abbiamo lasciati lo stesso li e scelti altri due,
 Carpi già incorniciato 




e al Papero messa cornice di circostanza.



Da poco avevo ritrovato uno stivaletto di Flora che si era perduto da tanto tempo, faceva parte di una scultura che da anni era esposta in casa, lo stivaletto era finito nella scatolona degli attaccapanni proprio non so come... ho pensato che poteva piacere a Gino, Flora ha acconsentito di donare i suoi stivali nell'eventualità la scultura vada venduta.



 il packaging del vecchio I pad era perfetto per l'imballo.









Norese ha pubblicato varie foto su instagram,
















 ma non è che si vedano bene i nostri lavori tranne il bel ritratto di Lulù,  ho scritto a Gino:

Mi sembra bella la moquette che scende un poco a terra, orizzontale.
Ho visto che hai messo tutto!

Non so sui tre quadretti vicini, ma certo che si evidenzia la pazzia della diversità di stili e questo mi piace.

Vorrei fare un post sulla nostra partecipazione a questa mostra, hai per caso qualche foto da passarmi?

Mi sembra venuta bene la mostra dalle poche inquadrature che ho visto.
Grazie che ci hai fatto partecipare.
Felici di, chissà che bello li da te in questi giorni.
Sono quasi guarita.

A martedì, spero che vieni al garagino, c'è una performance della nostra bambina Bianca che torna da Varsavia e Lucia l'ha coinvolta, non garantisco nulla, ma è tanto bella.


Bacio.


mi è piaciuta la sua risposta:

Ciao Momo et Cane anche ciao
la mostra mi pare bella io sono contento del risultato e la moquette è stato il primo lavoro ad essere montato e tutta la mostra è cresciuta da quel lavoro e il cane col suo sguardo obliquo guardava tutto lo spazio. A me la piccola quadreria piaceva e non solo a me ma anche a Safia che è una collezionista e ha amato molto nonno degrado e il papero. Forse vi toccherà fare altra pittura a olio che questi probabilmente saranno venduti. In generale è stata una bella esperienza e alla preview c'erano persone davvero interessate e insomma un clima positivo e prospettive anche di vendita. Il signor Daniel Boeri è contento e così anch'io potrò fare altre mostre e continuare questa collaborazione. 
Io non ho altre fotografie che quelle in fb ma chiedo a Caroline di mandarmi un po'di documentazione.
Baci, a martedì che se c'è una bambina insieme con Lucia non posso non esserci!

g







Oggi 4 abbiamo ricevuto l'invito per la vernice della mostra al pubblico, fate in tempo ad andarci a Montecarlo



ed ecco un'intervista sulla mostra